Il sole, le lampade solari e le creme solari!

Ciao ragazze,

purtroppo nell’ultimo periodo ho “trascurato” un pò il blog perché presa da tanti nuovi progetti ma da oggi si torna in carreggiata e voglio rendervi partecipe di cosa ho scoperto sul sole, le lampade e le creme solari dopo aver letto e studiato libri e articoli di alcuni divulgatori scientifici! 💪😀

L’ “SPF” indica il fattore di protezione solare riferendosi solo sui raggi UVB e non su quelli UVA, lo sapevate? 😏

Queste due tipologie di raggi hanno varie caratteristiche differenti e oggi proverò a spiegarvi le principali: ad esempio i raggi Uvb sono pochi (perché la maggior parte vengono bloccati dallo strato di ozono) e si fermano solo sugli strati esterni della nostra pelle, ma sono proprio loro la causa delle nostre scottature, mentre quelli Uva sono molti di più, ovvero circa il 90% di quelli che incontriamo tutti i giorni. Quest’ultimi non causano scottature, ma sono più pericolosi perché penetrano in profondità nella nostra pelle e provocano rughe ed invecchiamento. 😔

Le creme solari ci proteggono tutte dai raggi Uvb, mentre per quanto riguarda i raggi Uva ragazze deve esserci scritto specificatamente e a volte viene utilizzato un cerchietto con scritto appunto la dicitura Uva, quindi prima di comprare la crema fateci caso d’ora in poi proprio come ho iniziato a farlo anche io! 💪😃

Come regola generale considerate che più è alto l’Spf meno Uvb passano!

Ascoltando le pubblicità riguardanti le creme solari o leggendo le loro confezioni troviamo spesso la dicitura “applicare frequentemente” e/o “applicare abbondantemente”, ma vi siete mai chieste davvero quanta bisogna applicarne e ogni quanto? 😏

Leggendo vari libri ed articoli sull’argomento ho scoperto un mondo ragazze…la dose consigliata al giorno per persona è tra i 30 e i 40 gr…tantissima…scommetto di non essere l’unica ad averne applicata sempre di meno, vero? Fatemi sapere! Infatti dai vari studi è emerso che in media applichiamo da metà a un quarto del quantitativo corretto e così facendo riduciamo davvero di molto il suo SPF! 😳

Per quanto riguarda l’applicare frequentemente la situazione si complica…che vuol dire frequentemente? ogni quanto? 😏

Mi sono sempre posta questa domanda e finalmente ho scoperto che:

  1. l’ideale sarebbe di fare la prima applicazione un quarto d’ora o al massimo mezz’ora prima dell’esposizione al sole,
  2. bisogna riapplicarla dopo essersi fatti il bagno, anche se la crema ha sulla confezione la dicitura “waterproof”,
  3. successivamente si deve applicare ad intervalli di circa 2 ore.

L’ultimo argomento che voglio affrontare con questo blogpost è quello sulle lampade solari, io personalmente non mi sono mai fidata molto e quindi non ne ho mai fatta una e a questo punto direi per fortuna, in quanto ho scoperto che sono letteralmente cancerogene e non sono io a dirlo ma, nel 2009, l’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha affermato che il sottoporsi alle sedute abbronzanti aumenta il rischio di contrarre un melanoma. 😳

Infatti il 5% dei nuovi casi di melanoma sono attribuiti proprio all’uso dei dispositivi abbronzanti, quindi ci sono dati evidenti che siano cancerogene per l’uomo. 😳😔

Tutto questo era per rendere partecipi chi di voi magari ancora non era a conoscenza di tutte queste informazioni che ho “scoperto” ultimamente e mi raccomando non utilizzate le creme solari pensando che così possiate avere una “protezione solare completa” perché in realtà l’unico modo è quello di restare all’ombra…triste ma vero e bisogna farcene una ragione! 😅

Spero da questo articolo possiate prenderne spunto e per qualsiasi domanda resto a vostra disposizione sui miei canali social! 😃😃😃

FACEBOOK 👇

https://www.facebook.com/Sara-Petrucciani-Nails-Make-up-1915477842098486/

INSTAGRAM 👇

https://www.instagram.com/sarapetrucciani90/?hl=it

Un bacione,

Sara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *