La tragicomica esperienza del mio abito da sposa!

Ciao ragazze,

oggi ho deciso di raccontarvi un pezzettino di me, iniziando dall’esperienza più tragica ed allo stesso tempo comica della mia vita. Parto dal raccontarvi che quest’estate ho coronato il sogno di sposare l’uomo che amo da 5 anni…l’ 8 Luglio 2018 sarà una data che ricorderemo per sempre ed in quel giorno per fortuna è andato tutto come avevamo sognato!!! Oggi non ho deciso di raccontarvi quel magnifico giorno, ma la “mia avventura con l’abito da sposa”…qualcuna di voi leggendo l’inizio di questa frase penserà: “Ah…ok…la solita sposa agitata con le idee poco chiare sull’abito…niente di nuovo…”, ed invece è tutta un’altra storia…Tutto è iniziato ben 10 mesi prima del matrimonio, quando decisi di fare un giro per gli atelier della mia città con 3 donne molto importanti per me (la mia mamma, la mia nonna e la mia sorellina, che ormai è grande ma ai miei occhi sarà sempre quel piccolo scricciolo che presi in braccio appena nata all’età di 11 anni) ed in realtà, inizialmente, non avevo molte aspettative visto i pochi negozi di settore presenti nella mia cittadina, anzi piuttosto direi che ero assolutamente convinta di dover andare in atelier di città più grandi per avere più scelta! In un pomeriggio dei primi di settembre dell’anno scorso mi ritrovai in questo atelier a provare svariati modelli ma fin da subito mi fu chiaro qual era “quello giusto”…quella sensazione che solo chi ha scelto l’abito da sposa nella sua vita conosce ed è un’emozione talmente particolare che difficilmente si può raccontare a parole ed ancor meno scrivere…Appena lo misi il mio viso si illuminò, mi guardai allo specchio ed il mio cuore improvvisamente iniziò a battere all’impazzata, mi voltai e vidi le “mie tre consigliere” emozionarsi e sorridere con me…un momento indimenticabile e così perfetto tanto da avere un posticino nel mio cuore per sempre!

          

(Queste sono le foto che ho fatto al primo abito che scelsi, il giorno in cui l'ho dovuto lasciare e purtroppo sostituire...e la mia faccia leggermente espressiva!)

 

Purtroppo ben 8 mesi dopo ci ritrovammo in quell’atelier a fare le “famose prove per le modifiche” e da lì iniziò un “calvario emotivo per me”, ovvero un’incalcolabile cifra di lunghissimi incontri, dove pian piano l’abito avrebbe dovuto prendere forma, o meglio modellarsi su di me ed esaltare la mia figura nel mio “giorno più bello” ed invece più si andava avanti e meno restava fedele a quel magnifico modello che scelsi con tanto preavviso….si perché dovete sapere che sono un tipo piuttosto ansioso e la mia ansia la combatto con una grande organizzazione, quindi ora forse potete capire ancor di più con che stato d’animo mi sono ritrovata ad affrontare i due mesi che precedevano il grande evento…ma ancora non vi ho detto come mai mi sono ritrovata ad affrontare tutto questo, non perché magari io abbia subito sbalzi di peso come succede a tante donne prima del matrimonio, ma più semplicemente per incompetenza…eh già coloro che si elogiavano a professioniste, si sono rilevate incompetenti e molto furbe (in pratica pur di vendere la taglia che avevano già disponibile in negozio hanno cercato in tutti i modi di adattarla a me pur essendo sbagliata ed in realtà più veniva modificato l’abito e più non era quello che io scelsi con “quello sguardo” ed anche oggettivamente venivano evidenziati questi accomodi del tutto antiestetici )!Ad una sola settimana dal matrimonio mi ritrovai con la testa piena di dubbi, di insicurezza ed una profonda tristezza ma come dice un noto cartone animato…”i sogno realtà diverran…” grazie all’intervento della mia nonnina che è corsa in mio aiuto, ho potuto indossare e scegliere un nuovo abito ed in quel giorno mi sono sentita una principessa un pò come ho sempre sognato!

         

Questo articolo l’ho scritto per raccontarvi la mia esperienza, per consigliarvi la ricerca di persone davvero professionali in qualsiasi ambito e per spronarvi a non arrendervi mai, ma anche per sapere se a qualcuna di voi è capitata un’esperienza simile e se come me siete riuscite a dare una svolta ad una situazione sfavorevole perché infondo a volte la vita fa dei giri immensi ma dopo ci regala delle emozioni incredibili quindi bisogna affrontarla con più sorriso possibile e prendere tutto il positivo!!!

Un bacione,

Sara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *